img_0352

Quasi difronte alla chiesa-cripta di San Michele, è situata la chiesa di S. Bartolomeo.
In origine fu una cripta basiliana ricavata da grotta naturale nel masso tufaceo, come testimoniano ancora oggi la sagrestia e il piccolo vano d’accesso. Fu restaurata dal vescovo de Cavaleriis nella forma attuale e nel 1714 il cardinale V. Maria Orsini, in visita apostolica, ne consacrò l’ultimo altare barocco, dotandolo probabilmente della grande tela raffigurante l’Adorazione di san Tommaso.
La chiesa è formata da una sola navata, scompartita in tre voltine a vela. Nel timpano è ricavata una nicchia, in cui è collocata una statua del Cristo di pesante mazzaro e da ritenersi opera di maestranze locali.
Oggi chiusa al culto, contiene le ossa dell’eccidio saraceno.

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

gravina in puglia

Pianifica il percorso