Il ponte della Gravina di Gravina in Puglia, è un ‘importante struttura ad archi, alto 37 m. lungo 90 m. e largo 5,5 m. che collega le due sponde del torrente “Gravina”. Fu costruito per permettere l’attraversamento del Crapo (l’antico nome del torrente Gravina), e consentire ai fedeli di raggiungere la miracolosa chiesetta della Madonna della Stella.

La costruzione del ponte di Gravina in Puglia, fu iniziata nel 1743 e completata nel 1778, finanziata dai Duchi Orsini.
Probabilmente il ponte, reso instabile dal sisma del 1686, crollò nel terremoto del 1722. Gli Orsini ne ordinarono, intorno alla metà del Settecento, la ricostruzione e la trasformazione in acquedotto, per portare sotto le mura della città le acque delle sorgenti Sant’Angelo e S. Giacomo. La struttura sulla quale poggiava la tubatura dell’acqua che collegava le 2 fontane (piloni), ancora oggi esistenti ai due lati del ponte, era costituita da 25 archi disposti lungo la spalliera.
Una delle due spalliere del ponte,è più alta perché in questa vi passano le condutture dell’acquedotto.

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

gravina in puglia

Pianifica il percorso